HOME

 

 


UNA NUOVA VIA PER L'ASTRATTISMO.

Perchè ripercorrere una strada nuova e nel contempo trascorsa?

La risposta sta in un vecchio termine dell'arte contemporanea: 

" la ricerca materica".

Capire la differenza tra la rugosità di un colore spatolato o il piacere di una stesura senza interruzioni.

Temi che ripropongono la sapienza delle proporzioni perdute e una manualità che tanto si contrappone alla pochezza grafica delle nuove tecnologie.

Una protesta contro il disdicevole abbandono delle capacità compositive legate ai materiali dell'arte.

Dipinti a formato grande come grande è il respiro di ritmi complessi, là dove si interrompe il tratto del pennello ecco uno straccio che diviene liquida essenza.

Come uno strappo che mimetizza il colore...

Vien quasi voglia di entrare e abitare il dipinto.

Marco Luppi produce opere che sembrano già predestinate ad una collocazione...

Originale e concreta questa idea del dipinto che sa, come se potesse pensare, dove e come si posizionerà nella vita di qualcuno che col pezzo istaurerà una convivenza.

Coerenza del principio astratto. Semplici e complesse queste opere appartengono al libero pensiero.

Chi osserva saprà cosa vedere anche se non c'è figura riconoscibile.

Marco Piccinelli.